Archivio

Archivio per la categoria ‘Sindacato’

GIUSEPPE DI SALVO: IL BLOCCO DEI CONTRATTI E’ INCOSTITUZIONALE, MA NON VALE PER IL PASSATO. CHE GRANDI SALOMONI!!!

LO AVEVO PREVISTO E LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE E’, ALFINE, ARRIVATA: IL BLOCCO DEI CONTRATTI E’ ILLEGITTIMO!

La Corte Costituzionale salva i conti dello Stato. Per la Consulta, infatti, “è illegittimo il blocco dei contratti e degli stipendi della Pubblica amministrazione, ma non per il passato”. Gli effetti della decisione saranno efficaci solo dalla data di pubblicazione della sentenza. I giudici hanno quindi, in qualche modo, accolto la memoria dell’Avvocatura dello Stato secondo cui “l’onere” della “contrattazione di livello nazionale, per il periodo 2010-2015, relativo a tutto il personale pubblico, non potrebbe essere inferiore a 35 miliardi”, con “effetto strutturale di circa 13 miliardi” annui dal 2016. Una bomba che avrebbe rischiato di far esplodere i conti pubblici. Che dire?

La Corte dichiara incostituzionale il blocco dei contratti, ma non per il passato: è come affermare che l’assassinio è un reato, ma non per chi ha ucciso prima di ieri, visto che le carceri sono affollate e non ci sono soldi per mantenere altri detenuti.

Va ricordato che ogni membro della Corte non ha ammazzato mai nessuno, se non salomonicamente il Diritto! Del resto, grazie a questa partitocrazia, ogni componente della Corte guadagna quasi quanto un dipendente pubblico percepisce in un anno: può mai essere questa giustizia?

Giuseppe Di Salvo

Categorie:politica, Primo piano, Sindacato Tag:

GIUSEPPE DI SALVO: IL MOVIMENTO CINQUE STELLE, IL BLOCCO DEI CONTRATTI E I NEOFASCISTI PARTITOCRATI DA ESILIARE!

Sono i deputati del Movimento Cinque Stelle che chiedono al Governo tartassatore in carica (leggasi Renzi) come mai ancora si persiste col blocco anticostituzionale dei Contratti del pubblico impiego che dura ormai da oltre un lustro con la perdita annua per ogni lavoratore di ben oltre 4.000 euro. E il Governo cosa risponde? Esprime solo atteggiamenti neofascisti e gioca invano con le parole. C’è ancora qualche imbecille che vota per questo centrosinistra che ci tartassa? E dire che questi esponenti del Governo Renzi (neofascisti partitocrati e privilegiati della peggiore specie!) non hanno il coraggio di dire che il blocco dei contratti l’hanno prolungato fino al 1918! Sono esseri pericolosi lontani dai lavoratori, sono gli avanzi politici (o degni eredi) dei signorotti della Repubblica di Salò. Quando questo Regime cadrà i loro esponenti di spicco, come è successo per i Savoia, devono essere esiliati: hanno attentato continuamente alla nostra repubblicana Costituzione!

Giuseppe Di Salvo

GIUSEPPE DI SALVO: IL BLOG TISCALI A ME INTESTATO HA SUPERATO I 2.000.000 (DUEMILIONI) DI VISITATORI: DA OGNI PARTE DEL GLOBO!!!

GIUSEPPE DI SALVO: IL BLOG TISCALI A ME INTESTATO HA SUPERATO I 2.000.000 (DUEMILIONI) DI VISITATORI: DA OGNI PARTE DEL GLOBO!!!

Grande giubilo! Il Blog Tiscali a me intestato ha superato ieri i 2.000.000 (duemilioni) di visitatori. Contatti provenienti da ogni parte del mondo. Soprattutto dall’Italia e dalla provincia di Palermo. Ma molti navigatori da me approdano da ogni continente. Se aggiungiamo i visitatori del mio Blog  presente nella piattaforma Facebook, possiamo ben pensare che si va oltre i 4.000.000 di visitatori complessivi, considerando anche  che da un paio di anni la mia attività si è prevalentemente spostata su Facebook dove abbondano commenti, condivisioni dei miei post, e certo anche critiche. Il tutto all’insegna della civiltà. Io metto la mia ricerca sempre seria e il mio stile: ora ironico, ora sarcastico, ora.. dite voi. Piacciono molto le mie poesie e le mie recensioni musicali; i miei sinceri interventi politici talvolta divertono, talaltra spaccano. E meno male che sia così! A me non resta che ringraziare chi approda nei miei sacri lidi. In Facebook conquisto sempre nuovi amici: non molti, ma buoni! Quando qualcuno se ne va, succede anche questo!, mi rallegro di quella scelta. Del resto, anch’io, talvolta, sono costretto a cancellare qualcuno: è nelle cose della rete. Ai generatori di invidia offro bianco bicarbonato. Io vi ringrazio. Ora parlate voi!

Giuseppe Di Salvo

Categorie:Internet, Primo piano, Sindacato Tag:

GIUSEPPE DI SALVO: IL CINQUE MAGGIO 2015 GLI INSEGNANTI SCIOPERINO COMPATTI CONTRO LE MAFIE PARTITOCRATICHE!

IL 5 MAGGIO 2015 GLI INSEGNANTI SCIOPERINO COMPATTI CONTRO LE MAFIE PARTITOCRATICHE!

SCIOPERO DEL 5 MAGGIO 2015!SCIOPERO DEL 5 MAGGIO 2015!

Il 5 maggio 2015 il personale docente e non docente deve mirare a scioperare in modo compatto. L’Ottima Scuola è quella che docenti e non docenti, malpagati, già fanno e hanno sempre fatto. Non ci possiamo perdere in demagogiche chiacchiere: vanno rinnovati i Contratti Nazionali, si devono sbloccare gli scatti di anzianità che sono scatti di competenza acquisita sul campo. I migliori docenti vogliono stipendi adeguati e non inutili premi! Vogliamo in Parlamento persone che votino per i partitocrati stipendi da 1.200 euro al mese proprio come fanno con gli insegnanti. E questi impostori partitocrati non vanno votati in nessuna parte d’Italia: gli insegnanti italiani già fanno un monte ore superiore a quello di molti altri paesi europei. Gli insegnanti alzino le teste e, ovunque si voti in Italia, non votino per il PD, gli devono addirittura votare contro votando sia per il Movimento 5 Stelle sia per altri partiti non partitocrati. Gli insegnanti votino contro tutte le Mafie Capitali che hanno leso la nostra dignità di valorosi professionisti! O si sciopera e non si vota per la partitocrazia o si è complici!

Giuseppe Di Salvo

Categorie:politica, sciopero, Sindacato Tag:

GIUSEPPE DI SALVO: MATTEO RENZI CI BLOCCA IL CONTRATTO FINO AL 2020? NOI VOTEREMO MOVIMENTO 5 STELLE FINO AL 2025! DIFFONDETE!

IL GOVERNO RENZI PIU’ SPIETATO DI BERLUSCONI NEL PROLUNGARE FINO AL 2020 IL BLOCCO DEI CONTRATTI DEL PUBBLICO IMPIEGO. DI FATTO, SONO STATI SCIOLTI I SINDACATI. PEGGIO DEL FASCISMO! 
Tra le pieghe del Def presentato dal governo Renzi, apprendiamo dalla stampa di regime, c’è la proroga del blocco dei contratti per gli statali fino al 2020. Con conseguente erosione del potere d’acquisto dei nostri stipendi!
Il Documento di programmazione economico-finanziaria stima una crescita della spesa per le retribuzioni dei dipendenti pubblici pari a qualcosa come 3 milioni  a partire dal 2018, per uno 0,3% in più all’anno da quella data in poi.
Stiamo parlando del  valore dell’indennità di vacanza contrattuale che dovrebbe scattare per il triennio 2018-2020. Indennità che, lo ricordiamo, è disciplinata dalla legge quando i salari non vengono rinnovati nemmeno per adeguarli all’inflazione.  Come nota Italia Oggi, se carta canta, e non ci saranno altre modifiche, in 10 anni il settore pubblico non avrà visto il becco di un quattrino in più di aumenti. Il blocco dei contratti dei dipendenti pubblici era stato introdotto nel 2009 dal ministro dell’Economia dell’ultimo governo Berlusconi, Giulio Tremonti, per tagliare la spesa pubblica: ogni punto percentuale di incremento della massa salariale porta nelle casse statali circa un miliardo all’anno. Alla perdita del potere di acquisto si aggiungano le tante tasse raddoppiate a danno dei cittadini dai Comuni e il prelievo che i vari governi fanno dai nostri risparmi. Altro che pizzo!

COME OGNI LETTORE POTRA’ CAPIRE IL PUBBLICO IMPIEGO E’ ECONOMICAMENTE BELLO E FOTTUTO. E ALLORA? VISTO CHE, DI FATTO, DA DESTRA E SINISTRA I SINDACATI SONO STATI SCIOLTI, NON CI RESTA CHE FARE IL SEGUENTE TAM TAM: FINO AL 2025 OCCORRE VOTARE PER IL MOVIMENTO 5 STELLE SIA ALLE ELEZIONI EUROPEE SIA ALLE AMMINISTRATIVE SIA ALLA CAMERA SIA AL SENATO (E, SE OCCORRE, IN QUALSIASI CONDOMINIO O QUARTIERE)!! GRIDIAMOGLIELO IN FACCIA SOPRATTUTTO AI CANDIDATI E ALLE GERARCHIE DEL PD. RENZI VA TROMBATO. NOI NON VOGLIAMO 80 EURO, VOGLIAMO CHE SI RINNOVINO I CONTRATTI E CHE ESSI SI ADEGUINO ALLA SVALUTAZIONE REALE, ANCHE PERCHE’ I NOSTRI STIPENDI SONO FRA I PIU’ BASSI D’EUROPA! E INOLTRE VOGLIAMO, COME CI DICE L’EUROPA  -QUESTA VOLTA SI’!- IL REDDITO DI CITTADINANZA CHE DA’ DIGNITA’ A CHI ANCORA NON LAVORA.  BASTA CON QUESTA PARTITOCRAZIA RICCA DI LADRI CHE FA AFFARI CON LE BANCHE, CON LA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA! SI RIPRISTINI LA SOVRANITA’ POPOLARE COME VUOLE LA NOSTRA IMPECCABILE COSTITUZIONE!        

Giuseppe Di Salvo                           

GIUSEPPE DI SALVO: MANIFESTAZIONI NONVIOLENTE, POLIZIOTTI, STUDENTI E…VIOLENZA: RIVEDIAMO PASOLINI!

Manifestare è come danzare, è arte

Premesso che occorre sempre manifestare con fiori da porgere ai poliziotti, gli agenti che oggi picchiano a sangue studenti, operai, manifestanti inermi vari… dovrebbero essere spediti a casa (Genova insegna!): potrebbero fare altro danno. I tempi dei poliziotti descritti da Pasolini sono cambiati. Si è evoluta la nostra antropologia. Oggi fare il poliziotto è una scelta e non un’alternativa all’emigrazione, come negli anni Sessanta. E, quindi, se non si vuole essere complici di uno Stato repressivo, ladro e violento, alle Forze dell’Ordine non deve rimanere che rispettare il dettato della nostra Costituzione antifascista e democratica. E chi manifesta sposi sempre la nonviolenza e la resistenza passiva: non occorre dare alibi a chi detiene il Potere che è spesso capace di infiltrare “poliziotti” vestiti da manifestanti nei cortei per creare caos e violenza: il caso Giorgiana Masi, coi poliziotti infiltrati dall’ “ignaro” Cossiga -pace all’anima sua- insegna!

 
Giuseppe Di Salvo

GIUSEPPE DI SALVO: MARIO MONTI? L’UOMO STRARICCO DAL “POSTO FISSO” INVESTITO DA “RE” GIORGIO NAPOLITANO (ALTRO POSTO FISSO) PER “(TAR)TASSARE” GLI ITALIANI

MARIO MONTI, IL NOMINATO PER TARTASSARCI!

Chi è Mario Monti (nominato senatore a vita dal re, Signore Giorgio Napolitano, anche lui futuro senatore a vita) che non ama per i lavoratori il “posto fisso” e che invece, da straricco con stipendi d’oro, tartassa i poveri cittadini italiani? Perché non si rende pubblica, come dicono gli onesti liberisti Radicali che appoggiano il Governo Monti,  anche l’anagrafe dei “nominati”, ossia degli “investiti” con metodi medievali?

   Lo facciamo noi, riportando un articolo tratto dal “Blog Popolo della libertà Maestrino”. Leggete, amici, e capirete meglio chi è colui messo LI’ per “(tar)tassare” i poveri!

Eccovi l’articolo:

“Dal 2005 al 2011, l’economista Mario Monti è International advisor per Goldman Sachs, una banca che, il 16 aprile 2010, venne incriminata per frode dalla SEC, l’ente governativo statunitense preposto alla vigilanza della Borsa valori: tramite il titolo Abacus 2007-AC1 la banca d’affari avrebbe di fatto “truffato” i propri clienti, tra i quali figurano anche grandi istituzioni finanziarie internazionali.

Cose che capitano con i titoli, ma la Goldman Sachs ha anche suscitato forti polemiche, in USA e UK, per il fenomeno conosciuto come revolving doors (in inglese: “porte girevoli”), per cui determinate persone passano da responsabilità pubbliche a ruoli di vario genere all’interno della banca d’affari e viceversa, configurando un potenziale conflitto di interessi.
Anche Mario Draghi, oggi a capo della Banca Centrale Europea, ha lavorato per Goldman Sachs, dal 2002 al 2005, come vicepresidente e membro del Management Committee Worldwide.

Un problema, quello delle “revolving doors”, che sembra essere del tutto sconosciuto in Italia.

Dal 2010 al 2011, il “supertecnico” Mario Monti è stato il Presidente europeo della Trilateral Commission, un’organizzazione di orientamento neoliberista, al centro di gran parte delle teorie cospirazioniste, fondata nel 1973 da David Rockefeller, presidente della Chase Manhattan Bank.
Utile ricordare che le origini delle fortune investite nella Chase Manhattan Bank ed i rapporti con la Germania ed il gruppo Thyssen-Krupps risalgono alle speculazioni finanziarie della repubblica di Weimar ed alla nascita del Nazismo.
Della Trilateral Commission fanno parte anche Enrico Letta, attuale vicesegretario del Partito Democratico, e Luigi Ramponi, senatore del Popolo della Libertà.

Lo scrittore francese Jacques Bordiot racconta, riguardo la Trilateral Commission, che “il solo criterio che si esige per l’ammissione, è che i candidati siano giudicati in grado di comprendere il grande disegno mondiale dell’organizzazione e di lavorare utilmente alla sua realizzazione” e che “il vero obiettivo della Trilaterale è di esercitare una pressione politica concertata sui governi delle nazioni industrializzate, per portarle a sottomettersi alla loro strategia globale”.

Sempre dal 2010 al 2011, il Premier Mario Monti è stato anche membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg, fondato nel 1954 per iniziativa di diverse persone tra cui il principe Bernhard van Lippe-Biesterfeld, il primo ministro belga Paul Van Zeeland, della nota famiglia di gioiellieri, l’olandese Paul Rijkens, CEO della Unilever, e Walter Bedell Smith, capo della CIA.
In violazione del Logan Act, il Bilderberg non ha mai rese note le proprie riunioni e ne ha secretato i verbali. Quello che è noto è che, tra gli scopi dichiarati del Bilberger Group, c’è “il controllo americano sul Medio Oriente”, la “creazione di un’Europa regionale”.
Vale la pena di notare che, 3 anni dopo la nascita del Gruppo Bilderberg, il 25 marzo 1957, venne firmato a Roma il trattato istitutivo della Comunità Economica Europea. Nel Gruppo Bilderberg figura anche Franco Bernabè, Chairman and CEO di Telecom Italia e ne hanno fatto parte anche Romano Prodi e Tommaso Padoa Schioppa.

Il fondatore del Gruppo Bilderberg, il principe Benno van Lippe-Biesterfeld, è menzionato negli atti del processo di Norimberga per attività filonaziste ed è stato l’incontrastato presidente del Gruppo fino al 1976, quando dovette dimettersi per una tangente da 1,1 milioni di dollari versata dalla Lockheed Corporation per l’acquisto di aerei da parte dell’aereonautica militare olandese.
Dal 1990 al 1998, il Presidente del Bilderberg Group è stato Peter Alexander Rupert Carington, VI Barone Carrington of Upton, già Segretario Generale della NATO dal 1984 al 1988.

Prendiamo atto che uno dei primi atti di governo di Mario Monti è stato il notevole incremento della commessa di cacciabombardieri F-35.” 

Ecco, in parte, l’analisi  (che è anche anagrafe) pubblica del “nominato” Monti, messo a capo di un Governo per ”(tar)tassarci”!

Un uomo del genere può provare pietà per chi non arriva economicamente alla fine del mese? O per quei lavoratori “inidonei” ai quali si riservano trattamenti striati da caratteristiche naziste?

Per me è un motivo in più per votare il Movimento Cinque Stelle alle prossime elezioni regionali  del 28 ottobre 2012 in Sicilia. All’erta! All’erta!

Giuseppe Di Salvo

Categorie:politica, Primo piano, Sindacato Tag:

GIUSEPPE DI SALVO: IL 12 OTTOBRE 2012 LA SCUOLA SCIOPERA. MONTI? CONTINUA A TOGLIERE SOLDI AGLI INSEGNANTI. E I RICCHI RIDONO! MEGLIO GRILLO E CELENTANO!

SCIOPERO!

Ulteriore manovra economica del Governo Monti: togliere soldi agli insegnanti! Niente rinnovo del Contratto. Togliamo pure quella mancia della “Vacanza contrattuale”. Resteremo in mutande! La Scuola pubblica deve restare in mutande! Con l’appoggio di tutti. Governo Tecnico? Siamo tecnicamente alla mancanza di democrazia e allo smantellamento di qualsiasi patto democratico. Il diritto contrattuale stravolto e, di fatto, coi continui rinvii  -non si rinnova dal 2009 il nostro Contratto-  calpestato. E i sindacati? Almeno ce n’è uno che per ora si fa sentire, la FLC-CGIL. E i ricchi ridono! Meglio Beppe Grillo e Adriano Celentano!

Giuseppe Di Salvo